Capitolo 3. RAID (Redundant Array of Independent Disks)

3.1. Che cos'Ŕ RAID?

L'idea di base di RAID Ŕ la combinazione di molteplici unitÓ disco piccole e poco costose in un array, per migliorare le prestazioni e la ridondanza non conseguibili con un'unitÓ singola, costosa e di maggiori dimensioni. Questo array di unitÓ compare al computer come un'unica unitÓ logica per la memorizzazione dei dati.

RAID Ŕ un metodo in cui le informazioni vengono distribuite a vari dischi, utilizzando tecniche come disk striping (RAID livello 0), disk mirroring (RAID livello 1) disk striping con paritÓ (RAID livello 5) per ottenere ridondanza, ridurre la latenza e/o aumentare la larghezza di banda per la lettura o la scrittura dei dischi e accrescere la capacitÓ di ripristino dopo un crash del sistema.

Il concetto fondamentale di RAID Ŕ la distribuzione uniforme dei dati in ogni unitÓ dell'array. Per farlo, occorre suddividere i dati in vari blocchi di uguali dimensioni (spesso 32K o 64K, anche se sono disponibili in altre dimensioni). Ogni blocco viene scritto in un disco fisso a seconda del livello RAID utilizzato. Per la lettura dei dati vale invece il procedimento inverso e si ha l'illusione che le varie unitÓ siano in effetti un unico disco.