28.2. Aggiunta di una zona master inversa

Per aggiungere una zona master inversa, fate clic sul pulsante Nuovo e selezionate Zona master inversa. Inserite i primi tre ottetti del range dell'indirizzo IP da configurare. Per esempio, se state configurando il range dell'indirizzo IP192.168.10.0/255.255.255.0, inserite 192.168.10 nell'area di testo Indirizzo IP (primi 3 ottetti).

Compare una nuova finestra, come visualizzato in Figura 28-3, contenente le opzioni seguenti:

  1. Indirizzo IP — I primi tre ottettiinseriti nella finestra precedente.

  2. Indirizzo IP inverso — non modificabile. Compilato in base all'indirizzo IP inserito.

  3. Contatto — indirizzo e-mail del contatto principale per la zona master.

  4. Nome del file — nome del file database del DNS nella directory /var/named.

  5. Server di nomi primario (SOA) — specifica il nome di server primari per questo dominio.

  6. Numero seriale — Il numero seriale del file database del DNS. Questo valore deve essere aumentato ogni volta che il file viene modificato, in modo che il nemaserver slave per la zona riprendano gli ultimi dati. Il Tool di configurazione del servizio del nome del dominio aumenta questo numero ogni volta che cambia la configurazione. Tale valore pu˛ anche essere aumentato manualmente, facendo clic sul pulsante Imposta accanto al valore Numero seriale.

  7. Impostazioni ora — comprende i valori TTL (Time to Live) Refresh, Retry, Expire e Minimum memorizzati nel file database del DNS.

  8. Server di nomi — aggiunge, modifica e cancella i server di nomi per la zona master inversa. ╚ richiesto almeno un server di nomi.

  9. Tabella dell'indirizzo inverso — Elenco degli indirizzi IP all'interno della zona master inversa e dei suoi nomi host. Per esempio, per la zona master inversa 192.168.10, potete aggiungere 192.168.10.1 nella Tabella degli indirizzi inversi con il nome host one.example.com. Il nome deve terminare con un punto (.) per indicare che si tratta di un nome host completo.

Figura 28-3. Aggiunta di una zona master inversa

Deve essere specificato un Server di nome primario (SOA), e almeno una voce del server di nome deve essere specificata facendo clic sul pulsante Aggiungi nella sezione Server di nomi.

Dopo aver configurato la Zona Master Inversa, fare clic su OK per tornare alla finestra principale, come mostrato su Figura 28-1. Fare clic su Salva, dal menu a tendina, per scrivere il file di configurazione /etc/named.conf scrivere tutti i file di zona individuale nella directory /var/named, e permette al demone di ricaricare i file di configurazione.

La configurazione crea una entry in /etc/named.conf, simile alla seguente:

zone  "10.168.192.in-addr.arpa" {
        type master;
        file  "10.168.192.in-addr.arpa.zone";
};

Inoltre, crea il file /var/named/10.168.192.in-addr.arpa.zone con le seguenti informazioni:

$TTL 86400
@       IN      SOA     ns.example.com. root.localhost (
                        2 ; serial
                        28800 ; refresh
                        7200 ; retry
                        604800 ; expire
                        86400 ; ttk
                        )


@       IN      NS      ns2.example.com.

1       IN      PTR     one.example.com.
2       IN      PTR     two.example.com.