39.5. Verifica dell'immagine iniziale del RAM disk

Se il sistema usa il filesystem ext3 oppure un controller SCSI, o delle etichette per far riferimento alle partizioni in /etc/fstab, vi serve un RAM disk iniziale. Il RAM disk iniziale permette a un kernel modulare di accedere ai moduli di cui ha bisogno per avviarsi prima di accedere al dispositivo contenente i moduli.

Sulle architetture Red Hat Enterprise Linux diverse da eServer iSeres di IBM, la RAM disk iniziale viene creata usando il comando mkinitrd. Tuttavia, questa fase viene effettuata automaticamente se il kernel e i suoi pacchetti associati sono installati o migliorati dai pacchetti RPM distribuiti da Red Hat, Inc.; in modo tale da non aver bisogno di effettuare questa operazione manualmente. Per assicurarsi di quanto detto, usare il comando ls -l /boot e controllare se il file initrd-<version>.img stato creato (la versione dovrebbe corrispondere alla versione del kernel appena installato).

Sui sistemi iSeries, il file del RAM disk iniziale e il file vmlinux, vengono combinati in un file, il quale viene creato usando il comando addRamDisk. Tuttavia, questa fase viene effettuata automaticamente se il kernel e i suoi pacchetti associati sono installati o migliorati dai pacchetti RPM distribuiti da Red Hat, Inc.; in modo tale da non aver bisogno di effettuare questa operazione manualmente. Per assicurarsi di quanto detto, usare il comando ls -l /boot e controllare se il file /boot/vmlinitrd-<kernel-version> stato creato (la versione dovrebbe corrispondere alla versione del kernel appena installato).

La fase successiva quella di verificare che il boot loader stato configurato in modo da avviare il nuovo kernel. Per maggiori dettagli, consultate la Sezione 39.6.