21.5. chkconfig

Anche il comando chkconfig consente di attivare e disattivare i servizi. Se usate il comando chkconfig --list, comparirà un elenco dei servizi di sistema che visualizzerà il loro stato di avvio (on) oppure di arresto (off) nei runlevel da 0 a 6. Alla fine dell'elenco è presente una sezione dedicata ai servizi gestiti da xinetd.

Se utilizzate chkconfig --list per una richiesta al servizio gestito mediante xinetd, sarà possibile vedere se il servizio xinetd è attivato (on) o disattivato ()off. Per esempio, il comando chkconfig --list finger ritorna il seguente output:

finger          on

Come mostrato, finger è abilitato come un servizio xinetd. Se xinetd è in esecuzione, finger viene abilitato.

Se utilizzate chkconfig --list per interrogare un servizio in /etc/rc.d, visualizzerete le impostazioni di quel servizio per ciascun runlevel. Per esempio, il comando chkconfig --list httpd ritorna il seguente output:

httpd         0:off   1:off   2:on    3:on    4:on    5:on    6:off

chkconfig può essere utilizzato per impostare un servizio in modo che venga, o meno, avviato su di un runlevel specifico. Per esempio, se voleste disattivare nscd sui runlevel 3, 4 e 5, dovreste usare il seguente comando:

chkconfig --level 345 nscd off

AttenzioneAvvertenza
 

Le modifiche apportate mediante chkconfig hanno effetto immediato sui servizi gestiti con xinetd. Per esempio, se xinetd è in esecuzione, finger è disattivato e il comando chkconfig finger on viene eseguito, finger si attiva automaticamente senza dover riavviare manualmente xinetd. Dopo l'utilizzo di chkconfig, le modifiche agli altri servizi non hanno effetto immediato. È necessario arrestare oppure avviare il singolo servizio con il comando service demone stop. Nell'esempio precedente sostituite demone con il nome del servizio che desiderate sospendere, per esempio httpd. Sostituite stop con start oppure restart per lanciare o riavviare il servizio.