2.2. Aggiunta dello spazio di swap

Talvolta è necessario aggiungere più spazio di swap dopo l'installazione. Potreste, per esempio, aggiornare la quantità di RAM del vostro sistema da 64 MB a 128 MB, ma con soli 128 MB di spazio swap disponibili. Potrebbe essere utile aumentare la quantità di spazio di swap a 256 MB se eseguite molte operazioni o utilizzate molte applicazioni che richiedono una grande quantità di memoria.

Sono disponibili due opzioni: aggiungere una partizione o un file swap. È consigliabile aggiungere una partizione di swap, tale compito non è semplice se non avete spazio libero disponibile.

Per aggiungere una partizione di swap (presumendo che /dev/hdb2 sia la partizione che desiderate aggiungere):

  1. Il disco fisso non deve essere in uso (le partizioni non devono essere montate e lo spazio di swap non può essere abilitato). La tabella della partizione non dovrebbe essere modificata durante l'uso, perchè il kernel potrebbe non riconoscere i cambiamenti. I dati potrebbero essere sovrascritti scrivendo sulla partizione sbagliata, in quanto la tabella della partizione e le partizioni montate non corrispondono. Il modo più semplice per effettuare questa operazione è quello di avviare il sistema in modalità rescue. Consultare Capitolo 11 per informazioni sull'avvio in modalità rescue. Quando viene richiesto di montare il file system, selezionate Ignora.

    In alternativa se l'unità non contiene alcuna partizione in uso, potete smontare tutte le partizioni e disattivare tutto lo spazio di swap del disco fisso con il comando swapoff.

  2. Creare la partizione swap usando parted:

    • Collegatevi come root e al prompt della shell digitate il comando parted /dev/hdb, in cui /dev/hdb è il nome del dispositivo per il disco fisso in cui è disponibile dello spazio libero.

    • Al prompt (parted) digitate print per visualizzare le partizioni esistenti e la quantità di spazio libero. I valori iniziali e finali sono espressi in megabyte. Determinate la quantità di spazio libero che si trova nel disco fisso e quanta ne desiderate allocare per una nuova partizione di swap.

    • Al prompt (parted) digitate mkpartfs tipo-parte linux-swap inizio fine, in cui tipo-parte è una delle partizioni primarie, estese o logiche, inizio è il punto iniziale della partizione e fine ne rappresenta è il punto finale.

      AttenzioneAvvertenza
       

      Le modifiche hanno effetto immediato. Prestate quindi attenzione durante la digitazione.

    • Uscite da parted digitando quit.

  3. Ora che avete creato la partizione di swap, utilizzate il comando mkswap per impostare la partizione. Collegatevi come root al prompt della shell e digitate quanto riportato di seguito:

    mkswap /dev/hdb2
  4. Per abilitare immediatamente la partizione di swap, digitate il comando riportato di seguito:

    swapon /dev/hdb2
  5. Per abilitarlo in fase di avvio, modificate /etc/fstab per includere quanto riportato di seguito:

    /dev/hdb2               swap                    swap    defaults        0 0

    Al successivo avvio del sistema, la nuova partizione di swap verrà abilitata.

  6. Dopo avere aggiunto e abilitato la nuova partizione di swap, accertatevi che sia effettivamente attiva visualizzando l'output del comando cat/proc/swaps o free.

Per aggiungere un file swap:

  1. Determinate la dimensione del nuovo file swap e moltiplicatela per 1024 per stabilire la dimensione del blocco. Per esempio, la dimensione del blocco di un file swap di 64 MB è 65536.

  2. Connettetevi come root e al prompt della shell digitate il comando riportato di seguito con count uguale alla dimensione del blocco desiderata:

    dd if=/dev/zero of=/swapfile bs=1024 count=65536
  3. Impostate il file swap utilizzando il comando:

    mkswap /swapfile
  4. Per abilitare immediatamente il file swap, ma non automaticamente all'avvio, digitate quanto segue:

    swapon /swapfile
  5. Per abilitarlo in fase di avvio, modificate /etc/fstab per includere quanto riportato di seguito:

    /swapfile               swap                    swap    defaults        0 0

    Al successivo avvio del sistema, verrà abilitato il nuovo file swap.

  6. Dopo avere aggiunto e abilitato il nuovo file swap, accertatevi che sia effettivamente attivo, visualizzando l'output del comando cat/proc/swaps o free.